Vuoi ricevere le riviste?

Appello di Richard Bösel, ex-direttore dell'Istituto storico austriaco di Roma, per salvare la preziosa Collezione di strumenti musicali del KHM di Vienna

Inserito in Segnalazioni dai Soci

Carissimi amici,

Purtroppo i politici austriaci stanno attraversando una fase di profondo disorientamento culturale... che porta con se il rischio di terremotare irreversibilmente alcune delle più prestigiose istituzioni museali di Vienna.

La storia è la seguente:

È in atto da anni una discussione nei mass-media e tra i rappresentanti dei nostri partiti politici che riguarda la creazione di una "Casa della Storia": molte parole si sono spese senza però giungere ad una decisione sul come e dove. Si dovrebbe trattare di un centro paramuseale che in modo didattico vorrebbe informare i visitatori sulla storia austriaca essenzialmente novecentesca: un progetto sicuramente lodevole, facilmente spendibile nel mainstreamdella pubblica opinione, anche se non molto consistente, tenendo altresì conto di un certo sapore anacronistico, soprattutto al tempo delle più efficaci comunicazioni virtuali offerte dalla rete (cosa verrebbe fisicamente esposto in tale luogo museale?...).

Ora, sottostando ai dettami della solita strategia dei risparmi, il ministro della cultura si è determinato a  sacrificare a tale scopo due dei più importanti musei viennesi, stipando con violenza questa "Haus der Geschichte" negli spazi della Neue Hofburg, a scapito soprattutto delle seguenti collezioni:
Il cosiddetto “Welt-Museum” (già Museo Etnografico), che sulla base di un progetto già approvato avrebbe finalmente dovuto trovare una sua rinnovata, più generosa e adeguata sistemazione, e che ora a causa dell'infausta decisione del ministro verrà ridotto di un terzo nel suo spazio espositivo (La collezione è straordinariamente ricca, finora troppo poco valorizzata proprio a causa dell'insufficiente situazione museale; tra i tantissimi tesori che essa contiene, vorrei ricordare almeno i reperti provenienti dalle spedizioni di James Cook).

Ancora più incredibile è il secondo attentato, di cui si è avuto notizia in questi giorni:

Si sta addirittura pensando alla chiusura (o almeno ad una sua possibile drastica riduzione) della "Sammlung Alter Musikinstrumente", (la collezione degli strumenti musicali) una delle più importanti collezioni di strumenti musicali del mondo!
Vi invio un link che vi dà la possibilità di poter sottoscrivere il relativo appello per cercare di bloccare tale distruttiva e miope iniziativa (per ora purtroppo non è ancora disponibile in versione inglese).
Penso che dando un rilievo internazionale alla questione si possa ancora salvare qualcosa.
Cordiali saluti e grazie,

Richard Bösel.

Ecco il link:

https://www.change.org/p/bundespr%C3%A4sident-der-republik-%C3%B6sterreich-dr-heinz-fischer-bundesminister-f%C3%BCr-kunst-und-kultur-verfassung-und-medien-dr-josef-ostermayer-parteien-des-%C3%B6sterreichischen-nationalrats-kultursprec-in-der-wiener-hofburg-droht-der-sammlung-alter-musikinstrume

Le nostre attività

Società Italiana di Musicologia

Sede legale: c/o Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Largo Luciano Berio 3 - 00196 Roma
codice fiscale: 80098490370

Recapito postale: Casella Postale 318 Ag. Roma Acilia via Saponara 00125 Roma
cell.: 338 1957796
e-mail: segreteria@sidm.it
posta certificata: sidm@pec.it

altri contatti / mappa del sito / cookie policy