Vuoi ricevere le riviste?

IN EVIDENZA

È con molto piacere che rivolgo, all’inizio del mio mandato, un saluto a tutti i membri della Società Italiana di Musicologia, e in special modo ai nuovi soci che quest’anno si sono aggiunti, così numerosi, al nostro sodalizio.

Un intenso lavoro ci attende. Il consiglio direttivo si è attivato e sta procedendo alla formazione dei comitati ai quali faranno capo le iniziative, i progetti e le attività societarie del prossimo triennio. La squadra di lavoro così costituita avrà il dovere di riprendere e proseguire le iniziative avviate dai predecessori, ma dovrà anche confrontarsi con nuove sfide.

Assumendosi questo compito e queste responsabilità, il nuovo direttivo potrà far proprie le linee programmatiche che a suo tempo ho voluto associare alla mia candidatura: «La Società Italiana di Musicologia dovrà assumere un ruolo da protagonista nella ricerca, dovrà promuovere progetti ambiziosi, collaborare a livello nazionale e internazionale con le organizzazioni affini, fornire stimoli ai giovani sviluppandone le potenzialità e promuovendo le eccellenze. Dovrà essere, soprattutto, una comunità nella quale tutti i soci si sentano partecipi e possano dare il loro contributo di lavoro e di idee».

Sul piano nazionale e internazionale, la SIdM allaccerà nuovi rapporti con le società che perseguono scopi simili ai suoi, valutando anche l’opportunità di varare progetti comuni; promuoverà iniziative che possano aumentare la visibilità del sodalizio e le opportunità di collaborazione dei suoi membri; si impegnerà nel sostegno alla ricerca, partecipando a bandi e cercando di facilitare l’acquisizione di finanziamenti esterni.

La SIdM persisterà anche in iniziative che hanno incontrato un generale gradimento, specie presso i soci più giovani: continuerà a fornire una regolare e accurata informazione – tramite il sito web, le newsletter, i social network – su bandi, borse di studio, dottorati, opportunità di ricerca e di lavoro in ambito nazionale e internazionale.

È dunque importante, sin dall’inizio di questa nuova fase, tenere aperto il dialogo con tutti i soci, affinché ciascuno di essi possa sentirsi legittimato, e incoraggiato, a presentare proposte, critiche, suggerimenti. A tutti assicuriamo che i nuovi progetti, che speriamo nascano numerosi, verranno vagliati facendo riferimento unicamente alla solidità scientifica e alla sostenibilità economica.

Ringrazio calorosamente chi vorrà sostenerci prestando la sua collaborazione e le sue energie intellettuali, contribuendo a definire i nostri obiettivi strategici, a migliorare le attività intraprese, a proporre nuove iniziative. Con l’aiuto di tutti, vorremmo fare della SIdM un punto di riferimento sempre più importante della musicologia italiana.

 

Claudio Toscani

Presidente della Società Italiana di Musicologia

 

 

Eletti i nuovi organi societari,
triennio 2018-2021

 


 

La Società Italiana di Musicologia (SIdM) ha lo scopo di valorizzare in Italia gli studi di musicologia e di stimolare le attività che favoriscono lo sviluppo e la diffusione della cultura musicale. Fondata a Milano, presso il Conservatorio “G. Verdi”, il 29 febbraio 1964, richiamandosi idealmente all’operato dell’Associazione dei Musicologi Italiani, svolge una ricca attività di ricerca musicologica e di divulgazione in campo musicale e musicologico.

La SIdM pubblica la «Rivista Italiana di Musicologia», organo ufficiale della Società, e «Fonti Musicali Italiane»; informa i soci su ogni aspetto della vita culturale, organizzativa e finanziaria della società attraverso il sito (Notizie SIdM) e l'invio periodico di newsletter. Pubblica inoltre varie collane, articolate in collane di testi musicologici ed edizioni musicali.

Organizza ogni anno un convegno societario e ne patrocina numerosi altri, con l’obiettivo di diffondere la conoscenza dei più interessanti e aggiornati studi nella disciplina.

Interviene nei settori dei beni musicali e degli insegnamenti musicali e musicologici, effettuando un lavoro di ricognizione e proponendo incontri, riflessioni e indicazioni operative nell’ambito dei Licei coreutico-musicali, dei Conservatori di musica e delle Università.

Si adopera per offrire ai propri soci numerosi sconti editoriali e offerte per stagioni concertistiche.

Tramite il proprio sito Internet offre una serie di servizi: il database «Clori – Archivio della Cantata Italiana»; le Notizie SIdM e le newsletter di informazione, le Segnalazioni dai Soci; una pagina di Links di interesse musicale e musicologico, contenente attualmente più di 700 voci, divisa per categorie e costantemente incrementata e aggiornata; una pagina di Calls for papers internazionali continuamente aggiornata; possibilità per ogni socio di inserire un profilo scientifico-bibliografico personale nella sezione Pagine dei Soci.

Nella sezione SIdM Open Journal Systems dedicata ai soci, si possono consultare online la «Rivista Italiana di Musicologia» e «Fonti Musicali Italiane»; sono attualmente in via di elaborazione altre banche-dati.

Possono essere soci della Società Italiana di Musicologia persone, Istituzioni ed Enti impegnati nello sviluppo e nella diffusione della cultura musicale, che condividano gli scopi della SIdM o che siano ad essi interessati senza distinzione di sesso, razza, cittadinanza e religione.

I CINQUANT’ANNI DELLA SIdM

copertina Musicologie 1964-2014. I 50 anni della SIdM

Nel 2014 la Società Italiana di Musicologia ha compiuto cinquanta anni. Ha celebrato l’anniversario pubblicando il volume Musicologie 1964-2014. I 50 anni della SIdM, a cura di Mariateresa Dellaborra e Francesco Passadore (Padova, Armelin Musica, 2015, 277 p.) nel quale undici saggi, affidati ad altrettanti autori che hanno ricoperto e ricoprono tuttora un ruolo importante all’interno della SIdM e nel mondo musicologico, hanno affrontato sia gli esiti conseguiti in peculiari settori, sia i risultati concreti ottenuti da istituzioni o enti attraverso il loro operato.

Cinquant’anni di vita societaria hanno offerto l’occasione per precisare gli orientamenti che la musicologia ha seguito tra il 1964 e il 2014 e nel contempo per considerare il ruolo che la Società Italiana di Musicologia ha rivestito nell’ambito della ricerca, della formazione, della didattica e della produzione nel contesto nazionale e internazionale. Dalla riflessione sul passato sono emerse anche alcune linee di tendenza per il futuro che si auspica siano confortate dalla convergenza di azioni sinergiche e dal supporto di nuove tecnologie.

Le nostre attività

Società Italiana di Musicologia

Sede legale: c/o Accademia Nazionale di Santa Cecilia
Largo Luciano Berio 3 - 00196 Roma
codice fiscale: 80098490370

Recapito postale: Casella Postale 318 Ag. Roma Acilia via Saponara 00125 Roma
cell.: 338 1957796
e-mail: segreteria@sidm.it
posta certificata: sidm@pec.it

altri contatti / mappa del sito